Home News Ataribox avrà chip AMD e OS Linux, con prezzi a partire da 250$

Ataribox avrà chip AMD e OS Linux, con prezzi a partire da 250$

Ataribox avrà chip AMD e OS Linux, con prezzi a partire da 250$Si aggiungono nuovi dettagli alla retro-gaming console di Atari: Ataribox sarà dotata di un processore AMD personalizzato con grafica Radeon, sistema operativo Linux-based ed equipaggiamento hardware da "PC di fascia media". Lancio in tarda primavera 2018 con prezzi compresi tra 249$ e 299$.

Atari è pronta a rientrare sul mercato con una console rivolta ai giocatori più nostalgici, pur avendo caratteristiche tecniche e software di ultima generazione. Il suo nome è Ataribox ed il suo design è già noto grazie ad alcuni rendering circolati sul web ma finalmente in queste ore l'azienda californiana ha comunicato quale sarà la piattaforma su cui verrà basata: processore AMD personalizzato con grafica Radeon, sistema operativo Linux-based ed equipaggiamento hardware da PC.

Ataribox

"Siamo lieti che Atari abbia scelto un nostro processore personalizzato con tecnologia Radeon Graphics”, ha dichiarato un portavoce di AMD. “Questo annuncio conferma la posizione di leadership di AMD nel settore del gaming su console, tanto nei processori quanto nelle tecnologie grafiche”. La collaborazione con Atari si aggiunge infatti a quelle con Microsoft e Sony, che hanno già scelto le tecnologie AMD per le loro console più recenti. Ataribox dovrebbe essere pronta per la tarda primavera del 2018, quindi per aprile/maggio, in più "versioni e configurazioni di memoria" con prezzi che probabilmente varieranno dai 249$ ai 299$.

Ataribox

Allora, cosa si potrà fare con Ataribox? La console sarà accompagnata da una lunga lista di videogame classici di Atari pre-caricati e da titoli più recenti, rendendo la macchina molto simile a NES Classic e SNES Classic, ma considerando che avrà la stessa scheda tecnica di un PC potrà fare molto più di una mini-console low-cost della Nintendo. Dovrebbe essere compatibile con qualsiasi videogame per "computer di fascia media", anche acquistato su altre piattaforme, ad eccezione dei "titoli AAA che richiedono prestazioni di fascia più alta". Ataribox supporterà lo streaming video, la musica, i social media ed altre applicazioni con un'interfaccia utente ottimizzata per le TV, anche se gli utenti potranno personalizzare il sistema operativo.

Ataribox

È abbastanza chiaro che Ataribox conquisterà sia i gamer occasionali che quelli appassionati di retro-gaming ma, a differenza delle altre console in circolazione, sarà versatile e capace di rimanere in salotto come media-center e home theater. Ma avrà successo? Parte del fascino della NES Classic è la sua semplicità (e il suo prezzo accessibile), ma Ataribox sembra piazzarsi nella stessa fascia delle "vere" console da gioco con un sistema operativo che potrebbe incuriosire gli utenti in cerca di velocità e potenza, confondendo tutti gli altri. E c'è anche un altro fattore da non sottovalutare: Nintendo ha annunciato le sue retro-console, le ha prodotte e poi le ha vendute, mentre Atari ha scelto il percorso del crowdfunding che si chiuderà alla fine dell'anno, se tutto andrà per il verso giusto.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy