Home News ASUS Fonepad nelle prime recensioni. Test positivi

ASUS Fonepad nelle prime recensioni. Test positivi

Fonepad nelle prime recensioni. Test positiviPrime recensioni per l'ASUS Fonepad, il tablet da 7 pollici con Android e Intel Atom. Le prime impressioni sono più che positive, nonostante le performance non proprio entusiasmanti della CPU Intel (single core).

Alcune testate europee come TabTech e Tech2 hanno pubblicato in questi giorni delle recensioni molto approfondite sull'ASUS Fonepad (avete visto intanto l'unboxing?), reinterpretazione "premium" del precedente tablet 7 pollici sviluppato per Google, il Nexus 7. Le impressioni generali a cui sono giunte entrambe le redazioni sono molto simili, ve le riassumiamo qui di seguito.

ASUS Fonepad

Intanto si parte dalla qualità costruttiva, elevata per la fascia di prezzo in cui l'azienda taiwanese posiziona il proprio prodotto. Le linee sono sostanzialmente uguali al predecessore, ma ASUS ha scelto una più elegante e robusta scocca in lega di alluminio con finitura satinata, che comunica una sensazione di maggior qualità. Anche le misure sono rimaste invariate ma è un bene, visto che con uno spessore di 10.4 mm e un peso di 340 grammi, il Fonepad è molto comodo da impugnare anche con una sola mano. Elevata anche la qualità offerta dal display, un multitouch di tipo IPS con diagonale di 7 pollici e risoluzione di 1280 x 800 pixel con tecnologia ASUS Splendor, che offre una gamma colore molto ampia con colori saturi e credibili e ottimi valori di luminanza e contrasto, oltre all'ampio angolo di visione sul piano orizzontale, tipico degli schermi con questa tecnologia.

Meno positivi invece i giudizi sulla dotazione hardware. ASUS infatti ha scelto una piattaforma x86 in luogo di quella ARM del Nexus 7, sostituendo il precedente Nvidia Tegra 3 con l'Intel Atom Z2420, un single core con clock rate di 1.2 GHz, abbinato a 1 GB di RAM. Nella quotidianità in realtà va più che bene, anche perché la CPU supporta la tecnologia HyperThreading e si comporta quindi quasi come fosse un dual core, qualche incertezza invece emerge quando si eseguono i giochi, soprattutto quelli con grafica più complessa. In questo caso i tempi di caricamento salgono di molto e si assiste a qualche scatto o rallentamento di tanto in tanto durante l'esecuzione, problema forse anche legato all'ottimizzazione dei driver, non ancora abbastanza maturi per la piattaforma x86.

Se però le prestazioni non sono esaltanti l'Atom offre ottimi consumi, nei test infatti con il display alla massima luminosità, il WiFi connesso e la riproduzione continua di filmati, si sono raggiunte le 6 ore, che sono salite a 9 dimezzando la luminanza. Un aspetto sicuramente molto interessante è anche la capacità di fare e ricevere telefonate, grazie al modulo 3G integrato. Ovviamente andare in giro tenendo un tablet da 7 pollici poggiato all'orecchio sembrerebbe un po' ridicolo, ma si tratta di una soluzione pensata più che altro per chi non fa o riceve troppe telefonate e può quindi comodamente usare un auricolare Bluetooth per l'operazione, mantenendo anche entrambe le mani libere per continuare a svolgere altre attività sul tablet mentre chiama.

Buone anche le impressioni per quanto riguarda il software. Google Android 4.1.2 Jelly Bean è parso infatti sufficientemente fluido e reattivo e poi ASUS ne ha personalizzato molto la schermata principale, preinstallando anche diverse app proprietarie come MyLibrary, ASUS Story, ASUS Studio, ASUS WebStorage, MyPainter, SuperNotecard Lite, App Backup, App Locker e File Manager. Insomma, tenendo conto soprattutto del prezzo a cui ASUS commercializza il Fonepad, pari a 229 euro per la versione da 16 GB, si tratta di una soluzione molto competitiva sul mercato.  

Update: Altre recensioni dell'ASUS Fonepad come quella di Expertreviews aggiungono nuovi tasselli al puzzle del phablet Asus su piattaforma Intel Atom. È stata misurata una durata della batteria massima di addirittura 12:58 ore, decisamente superiore alle aspettative, mentre i test delle prestazioni 3D confermano che il Nexus 7 con Nvidia Tegra 3 è decisamente più adatto per giocare. Ben 1000 punti separano infatti Asus fonepad dal suo gemello Nexus 7 nell'ultima edizione di 3DMark.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy