Home News Analisi: Asus Eee PC, notebook e UMPC

Analisi: Asus Eee PC, notebook e UMPC

ImageAsus sta per distribuire il suo laptop a basso costo Eee PC: quali sono le aspettative, le prospettive nel breve e nel lungo periodo della multinazionale taiwanese? Che impatto avrà un laptop low-cost sul mercato dei sistemi notebook e UMPC?

Nonostante il prezzo estremamente ridotto e la discendenza dal progetto Classmate di Intel, il laptop low-cost Asus Eee PC potrebbe avere un ambito d'impiego più ampio di quello strettamente educativo: non si tratterà, quindi, solo dell'ennesimo concorrente dell'OLPC nella informatizzazione dei Paesi in Via di Sviluppo, ma le sue caratteristiche gli permetterebbero di aggredire un mercato più vasto, quello proprio dei computer portatili e degli UMPC.

Image

Il costo compreso fra i 199 dollari e 369 dollari, e la presenza di tutte le principali funzionalità offerte da un sistema notebook, fanno sperare all'azienda taiwanese un enorme successo commerciale. Secondo alcuni resoconti di Chen Jerry, Vice Presidente Asustek, 20.000 unità di questo laptop raggiungeranno il mercato al momento del lancio ufficiale, ma si stima che il numero di esemplari venduti possa raggiungere quota 30 milioni, con un obiettivo minimo di almeno 3 milioni di apparecchi.

Si tratta certamente di una previsione ottimistica, ma ,se dovesse realizzarsi almeno in parte, i primi sistemi ad essere colpiti sarebbero senza dubbio i dispositivi UMPC che, troppo simili all'Eee PC per dimensioni, potrebbero non riuscire a competere sul piano dei prezzi. La situazione non sembra molto più rosea per i nuovi dispositivi Intel MID (Mobile Internet Devices), equipaggiati con sistema operativo open source.

Queste considerazioni hanno indotto Asus ad elaborare un piano denominato "33", all'interno del quale l'Eee PC riveste un ruolo fondamentale. Si tratta di un piano di penetrazione nel mercato mobile su due ondate: entrambe avranno una durata di 3 anni (da cui il nome) e dovrebbero consentire ad Asus, nelle intenzioni, di raggiungere la leadership del mercato.

Attualmente la multinazionale taiwanese è prima come macchine vendute nel suo Paese natale, è terza in Cina e quinta in Europa, ma ha iniziato solo recentemente a commercializzare i suoi notebook anche in America. Nella prima fase, Asus conta di iniziare a rafforzare il suo brand in USA puntando su sistemi high-end e sfruttando la popolarità che dovrebbe raggiungere l'Eee PC. La seconda fase vedrà, poi, l'arrivo dei notebook consumer e il consolidamento della posizione raggiunta.

Ricordiamo, infine, che stando a quanto riportato da HKEPC, una nuova generazione di laptop low-cost Asus Eee PC vedrà la luce ad Aprile 2008 e sarà basata su processori Intel Merom ULV con TDP di 7W che dovrebbe consentire di realizzare un design totalmente fanless.

Commenti (4) 

RSS dei commenti
in effetti non vedo perchè un utente dovrebbe spendere tanti soldi su un notebook, se gli serve solo per le banali applicazioni di lavoro.
credo che andrà forte questo eee PC, uno se lo potrebbe prendere anche per sfizio..per 100 euro :shock:  
0

peter

settembre 10, 2007

ma che S.O. usa?  
0

jamiro

settembre 11, 2007

Asus ultimamente ha fatto dei bei prodotti, molto concorrenziali e talvolta all'avanguardia. Forza asus  
0

Piccolapes

settembre 11, 2007

Linux-based  
0

mn7

settembre 11, 2007

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy