Home News Acer: i notebook economici saranno solo Packard Bell

Acer: i notebook economici saranno solo Packard Bell

Acer: i notebook economici saranno solo Packard BellAcer lascerà a Packard Bell il marchio dei notebook più economici, i modelli di fascia entry-level. Il brand Acer sarà invece sinonimo di qualità, e quindi di computer portatili più costosi, di fascia top di gamma.

Acer ha deciso di abbandonare il settore dei notebook low-cost per lasciare spazio a Packard Bell che ha acquisito nel 2008 per 48 milioni di dollari. L’azienda ha in programma di differenziarsi in modo importante da PB in modo tale da fornire alla propria clientela un ventaglio di soluzioni per ogni esigenza. L’idea alla base di questa strategia consiste nel fatto che l’utente non debba associare in alcun modo i due brand e che debba vederli come entità distinte per tipologia di prodotto.

Acer Aspire S5

Come dichiarato da un rappresentante del gruppo taiwanese "questa impostazione potrebbe sembrare conflittuale in quanto si potrebbe pensare che i due brand siano in concorrenza tra loro, ma in realtà le cose starebbero diversamente perché il risultato che si intende ottenere è proprio una diversificazione commerciale in base alla fascia di mercato sulla quale si punta". Acer, dunque, si separa nettamente dal segmento di notebook dal costo inferiore alle 400 sterline per dedicarsi ad un settore decisamente high-end.

Questa scelta metterà l’azienda in diretta concorrenza con brand del calibro di Hewlett Packard, Asus, Dell e Apple. Sebbene Acer sia conosciuta per una condotta commerciale caratterizzata da prezzi aggressivi, la svolta era nell’aria. Ne è un esempio l'ultrabook Acer Aspire S5, atteso in Italia a breve, ma già disponibile in USA al prezzo di 1399 dollari.

Via: TechRadar

Commenti (2) 

RSS dei commenti
Se parlassimo di alcuni anni fa potrei solo dissentire sulla questione, mi ricordo all'epoca di aver preso un Acer a cui si aprirono le cerniere del monitor dopo 4 mesi di uso normale (2 aperture e 2 chiusure al giorno) e non me lo passarono in garanzia inoltre dava un senso di fragilità in tutti gli elementi di contro il pb mi parevano molto robusti e solidi anche se con poca tecnologia da top di gamma.
Ho avuto sottomano un ultrabook Acer e mi sono dovuto ricredere anche se a mio avviso rimane ancora indietro rispetto ad asus (sempre di Taiwan mi pare) ma decisamente un passo da gigante verso l'avanti. A mio avviso rimane da lavorare sul lato marketing per scrollare di dosso la fama di marchio economico, un po' come se Fiat dichiarasse di voler fare solo supercar non so quanti ci crederebbero anche se qui l'operazione è più semplice.  
riky1979

riky1979

luglio 06, 2012

A dire il vero anch'io resto un po' perplesso dalle scelte di Acer. Se infatti hanno deciso solo di aggredire il mercato consumer high-end, in questo momento di crisi internazionale, non mi sembra una mossa particolarmente azzeccata. Se, invece, vorranno entrare soprattutto nel mondo aziendale, come dice Ricky1979, avranno da faticare un bel po' per scollarsi di dosso la fama di marchio consumer. Infatti nelle aziende ho sempre visto macchine Dell, HP, Fujitsu, Panasonic o IBM/Lenovo. Di Acer solo qualche rara traccia: scelte opinabili dato che, a mio parere, le macchine Acer (dal punto di vista costruttivo e di affidabilità) hanno veramente poco da invidiare rispetto ad altri marchi più importanti. A livello di design, quì il discorso cambia... in quanto solo da qualche tempo abbiamo visto un effettivo passo in avanti, soprattutto con la produzione degli ultrabook. Per il resto sono, ahimè, inguardabili (mi riferisco, per esempio, all'orribile tentativo di produrre le tastiere dei portatili con i tasti a isola... che ad isola non sono...). L'unica cosa che mi dispiace è che non ci saranno più macchine Acer entry level. Non ho idea di quanta fetta di mercato abbia Packard Bell in questo segmento... ma sicuramente sarà inferiore alla concorrenza (Asus in primis). Non vorrei che l'operazione abbia un effetto ancora più negativo sulle vendite: mi è capitato di sentire dibattiti tra persone "comuni" se Asus sia "migliore" di HP o Acer o altri... ma Packard Bell pochi la prendono un considerazione... Adesso che il marchio Acer sparirà, e considerando che l'utente non saprà il legame di Acer con Packard Bell, non vorrei l'importante fetta di mercato di Acer venga dispersa in favore dagli altri competitor.  
kalagan_75

kalagan_75

luglio 07, 2012

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy